Drum Club n.5 2018  Dicembre


In questo numero:
Il ritmo ed il feeling di Andrè Ceccarelli colorano la copertina di Drum Club di dicembre 2018, l'ultimo numero della rivista per quanto riguarda l'anno editoriale in questione. Il percorso del 2018 si conclude pertanto con un personaggio dall'enorme spessore artistico a tirare le somme riguardo alla sua mirabolante carriera. All'interno della rivista troverete anche le interviste a: Glass Hammer, Immortal, Hardcore Superstar, Voivod, Mellow Mood, Nazareth. Test: Wahan Drums, Canopus Yauba II Snares, Pearl Power Shifter, TNR Booty Shakers. Spotlight: Patrizio Pirrone. Report: Groove Night Party 2018




inizia a sfogliare la rivista...

approfondimenti

Mitch Mitchell, The Axis of Jimi Hendrix

Con raffiche di terzine infuocate, una stregonesca indipendenza tra mani e piedi, l’abilità di passare dal rock allo swing e di fare assoli senza paura, Mitch Mitchell mescola swing, jazz e rock potente con sincopi funky, per guidare la Jimi Hendrix Experience – e il mondo del drumming – in un nuovo universo musicale che continua a ispirare i batteristi oltre 50 anni dopo. Ma per un pelo poteva finire diversamente... Con Are You Experienced (1967), la Jimi Hendrix Experience scuote il mondo della musica con quello che sicuramente è il più audace album di debutto rock di tutti i tempi.  ...continua a leggerlo sulla rivista!

interviste

NAZARETH Lee Agnew

I Nazareth festeggiano il loro 50esimo anniversario con "Tattooed On My Brain", 24esimo capitolo della loro parabola tra le pieghe più classiche dell’hard rock… E’ con Love Hurts (la cover della ballad scritta da Boudleaux Bryant per gli Everly Brothers), che i Nazareth acquisiscono successo e popolarità anche al di fuori del circuito dell’hard rock. E’ il 1975 e il quartetto scozzese, allora ormai di stanza a Londra, intensifica da quel momento tour, (inevitabili) cambi di lineup ed uscite discografiche. L’ultimo nato – Tattooed On My Brain – è il loro 24esimo album, ed è uscito il 12 ottobre 2018  ...continua a leggerlo sulla rivista!

linecheck

LINE CHECK BARRY KERCH  SHINEDOWN

Con gli Shinedown sin dal 2001, epoca della loro formazione, Barry Kerch sta girando in tour a supporto di Attention, Attention, sesto album di studio della band di Jacksonville (Florida) passata nel nostro Paese lo scorso novembre... Entusiasta di sponsorizzare il Music City Custom Shop di Pearl, soprattutto per il ruolo attivo che lui ed il suo drumtech Mark Bennett hanno avuto nella sua creazione, Kerch dichiara: “io e Mark abbiamo dedicato circa tre mesi a studiare e disegnare come doveva essere questo nuovo kit, che è simile a quello che avevo prima, ma con delle aggiunte. Abbiamo lavorato parecchio sui  ...continua a leggerlo sulla rivista!

news

Centent Cymbals

“La leggenda narra che l’ultimo drago rimasto sia stato di grande aiuto nel fondere il primo piatto in bronzo oltre 4000 anni fa, nella provincia cinese di Shandong. E’ così che lo spirito del drago è riuscito a mantenersi intatto negli anni nella fase della forgiatura a fuoco di un piatto. Centent Cymbals USA prende a prestito lo spirito di questa leggenda, orgogliosa di proporre piatti cinesi di alta qualità, lavorati a mano nel rispetto della tradizione…” Con queste parole il brand del North Carolina presenta i piatti del suo catalogo. Ma non è tutto visto che, puntando su  ...continua a leggerlo sulla rivista!

raggi X

TnR Booty Shakers

Prodotti dalla statunitense TnR, i Booty Shakers sono degli isolatori in gommapiuma che mantengono il tamburo sollevato da terra affinché riesca a vibrare liberamente ed incrementare il volume del suono prodotto… In un timpano a terra sostenuto da tre gambe di metallo, le stesse devono vibrare con il fusto affinché permettere al tamburo di liberare il suo potenziale timbrico/sonoro. Le stesse gambe, restando ferme perché appoggiate a terra, finiscono per assorbire energia e impedire al fusto la sua naturale vibrazione. Molti in passato hanno pensato a come isolare le gambe di un timpano a terra, realizzando gommini a sospensione, molle di  ...continua a leggerlo sulla rivista!

recensioni

IARIN MUNARI I’m

Iniziamo dalla fine… “Bravo Iarin, hai realizzato un disco veramente bello!” Molto spesso, anzi troppo spesso, i dischi solisti di batteristi finiscono per risultare una sorta di playlist di brani stilisticamente distanti l’uno dall’altro, senza una direzione precisa o, peggio, per costituire un pretesto per sfoderare fill e fraseggi killer. La mia può sembrare una battuta, o una provocazione, ma certo non investe questo album di Iarin Munari: maturo e coerente, con sonorità e una direzione ben precise. Insomma, I’m risulta essere l’album di un Musicista che poi suona la batteria, là dove la ricerca è rivolta prima di tutto  ...continua a leggerlo sulla rivista!

report

GROOVE NIGHT PARTY 2018 il drum contest si fa bello…

L’idea di Sergio Fanton è geniale: dare vita a un evento per batteristi – Groove Night Party – il cui fulcro sia il groove, ovvero portare il tempo. Perché party? Perché proprio di questo si tratta: una festa in musica con aperitivo in un loft vicino a Vimercate, nella Brianza lombarda, per un pubblico decisamente più eterogeneo rispetto a quello dei classici contest per batteristi: “Finalmente ci sono un sacco di belle ragazze!” –  commenta uno degli artisti presenti. La location e il groove aiutano il successo dell’evento avvenuto il 29 settembre 2018 e fra gli spettatori si nota anche  ...continua a leggerlo sulla rivista!

spotlight

PATRIZIO PIRRONE quando la musica diventa solidarietà

Per Patrizio Pirrone la musica non è soltanto tecnica e virtuosismo, ma soprattutto solidarietà, cuore ed emozioni da condividere. E’ proprio per questo che il celebre batterista romano non ha esitato a sedersi dietro a una vecchia e malconcia batteria dei tempi dell’ex Unione Sovietica, pur di portare musica e qualche momento di serenità ai bambini dei villaggi semi-abbandonati di Chernobyl (Ucraina), là dove i devastanti effetti della centrale atomica del 1986 si fanno ancora sentire… In collaborazione con la onlus Mondo in Cammino, Patrizio e la sua band – gli EasyPop – hanno portato in Ucraina il progetto “Basta  ...continua a leggerlo sulla rivista!

© 2016 Il Volo Srl Editore - All rights reserved - Reg. Trib. n. 115 del 22.02.1988 - P.Iva 01780160154